Surin Islands ultima frontiera.

Visualizzazione ingrandita della mappa

Le splendide isole del parco nazionale Koh Surin si trovano a 60 km a largo della costa Thailandese e a soli 10 Km dalle acque territoriali della Birmania. Adatte allo snorkelling più che le Similan raggiungibili dal porto di Kuraburi, qui potrete vedere un gruppo di veri zingari di mare con intatte tradizioni. (non come a Phuket)

SURIN dall'aspetto selvaggio, remote quanto basta per essere ignorate dalle rotte turistiche e commerciali, niente hotel, niente resort, ma solo un campeggio all'interno del parco nazionale di Ko Surin Nua. Molto alla mano con bungalow spartani e tende per accogliere i turisti che affrontano la traversata con veloci speed boat. (circa un ora e mezza)

Con navi lente ci vogliono cinque ore dal porto di Kuraburi raggiungibile in bus da Phuket e Ranong, entrambe collegate a Bangkok con voli di linea. Alternativa al soggiorno, un charter nautico da Phuket, crociere di tre giorni o di una settimana per visitare l'arcipelago, snorkelling e immersioni obbligatorie nel giardino di corallo del mar delle Andamane, un universo sommerso di coralli, foreste di anemoni popolati da miriadi di pesci coloratissimi, da non perdere la baia di - Ao Mae Yai - semplicemente il paradiso. Il periodo migliore per visitare questi arcipelaghi va da novembre a maggio, quest'anno il parco chiude i battenti il giorno 15-05-2009.



Come sempre, e da tradizione Amici di Phuket ho voluto provare personamente escursione proposta da Medsey tutto in un giorno! Si avete capito bene, UN SOLO GIORNO! Sveglia alle ore 5.00 del mattino e partenza alle 5.30 presso Baan ss Kata dove mi aspetta il caro amico Pier. Ci aspettano tanti KM fino ad arrivare al porto di Karaburi, al mattino presto il traffico è praticamente zero e ci vogliono circa 2.30 ore.


Arrivati ci accolgono lo staff Medsey, molto bravi, e soprattutto PROFESSIONALI! Finalmente qualcuno che per 30minuti ci spiega COSA & NON FARE! Ci parlano dei fattori di minaccia ed interferenza che devono essere ridotti o controllati per ridurre i danni alle biodiversità marine! Alla fine del discorso mi sono quasi commosso, e pensando alle porcherie che fanno alle PhiPhi certi "operatori del settore" ho provato un leggero sgomento! Si perchè se continuano a vendere escursioni "fatte con i piedi" solo per abbassare i prezzi tra dieci anni il mare di Maya Bay sarà peggio di Rimini! Chi mi conosce sa bene quando ci tengo a spiegare che NESSUNO REGALA NIENTE! Se a Patong costano meno le escursioni è perchè VALGONO MENO! I costi sono uguali per tutti, le agenzie si tengono il 15%, come è possibile abbassare il prezzo? Vendendo ESCURSIONI FUORI LEGGE! Basta caricare dieci persone in più sul motoscafo, questo pensano i Thai, mentre qualche turista ci lascia la pelle! (vedi cronaca locale)

 

Chiuso il discorso, partiamo per il nostro Tour, e 450CV nel "sedere" si fanno SENTIRE! La Barca è spettacolare, nuova, veloce, e poi siamo veramente in pochi, quindi totale RELAX!



Isole Surin è uno dei siti più famosi dove immergersi alla ricerca degli squali balena che raggiungono questa zona per nutrirsi del plancton presente nelle acque circostanti. L’incontro con questo stupendo animale, che può crescere fino a 14 metri, è un’esperienza unica nel suo genere che rimarrà indelebile nella memoria di ogni sub.(Vedi foto qui) La grande biodiversità di quest’area, oltre all’incontro con il mitico squalo, regalerà momenti di vero piacere durante l’osservazione della variegata vita marina costituita da coralli moli, gorgonie, spugne a barile ma anche barracuda, squali nutrice, mante ecc... Naturalmente anche solo facendo snorkeling.

 

I fondali sono ricoperti da giardini di corallo duro, spugne barile e da enormi gorgonie che raggiungono anche i tre metri. Le formazioni creano un ambiente unico caratterizzato da grotte e tunnel, tranquillamente attraversabili, dove trovano riparo una moltitudine di pesci tropicali sia di piccole che di grandi dimensioni come sono gli squali leopardo, pinna bianca e pinna nera.




Koh Surin Nua siamo arrivati al campeggio per le ore 12.30, la fame si fa sentire. La prima cosa positiva è la passerella per raggiungere la terra ferma, finalmente niente ancore sui coralli come a phiphi! Isola è gestita come sempre dallo Stato Thai a vigilare c'è la marina, questo è un posto strategico perchè confina con la Birmania, e moltissimi clandestini sbarcano ogni anno. Il campeggio è veramente pulito, poca gente, pochi bungalows, tende tante tutte attaccate MA PULITE! Rispetto alle Similan visitate qualche giorno prima le Surin sono “un altro pianeta”, sicuramente il motivo è che arriva meno gente.

 

Il pranzo è “tanto” e buono, tutta cucina Thai, leggermente piccante ma ci siamo abituati... I tempi sono ristretti, questa non è una escursione RELAX, non è adatta ai “fighettini”, alle signore che amano la tintarella da spiaggia, a chi non sa nuotare! Praticamente tocchiamo terra solo qui! Il villaggio degli zingari niente, e ci rimango male! Cacchio ci tenevo a vederli, ma la guida mi spiega che ormai ci va troppa gente, e loro stanno perdendo le abitudini! Invece di pescare vendono souvenir ai turisti, pure questi si stanno “Phuketizzando”. Un pensiero assurdo mi pervade, immagino il chao lee che dopo anni di risparmi sudati arriva sulla terra ferma e si compera ennesimo Pick_Up ormai status symbol per ogni Thai! Davvero è meglio non andarci, lasciarli in pace, dove arriva “uomo bianco” porta solo “disgrazie”. Comunque la guida ci spiega che di solito la visita è da programma, ma oggi c'è troppa gente, e quindi per noi niente. Poco male, rimediamo con un Super Snorkeling!



 

Dopo un paio d'ore di Snorkeling nei vari punti “strategici” è ora di tornare verso casa, praticamente abbiamo passato la maggior parte della giornata in auto, in barca, e circa 3 ore in acqua! Sulla terra ferma un ora e mezza. Certo questa è un'escursione “pesante”, c'erano pure dei bimbi, non arrivavano da Phuket ma dalla più vicina zona di Khao lak. Per vedere il paradiso bisogna soffrire! Questo il mio pensiero. Cioè se le Surin geograficamente si trovassero più vicine ai centri mondiali del turismo non sarebbero tanto belle.

Da nostra agenzia in kata è possibile prenotare Crociere con notti di soggiorno in barca, oppure con la prenotazione della tenda per gli amanti del camping.

Medsey si è dimostrata una company affidabile, con mezzi di prima qualità e personale a bordo qualificato. A mio parere, e modestamente me ne intendo, questi sono i migliori sul mercato attualmente. Qualcuno costa pure meno, ma vele per quello che paghi! Per la cronaca il Tour me lo sono pagato come un normale cliente e non come agente viaggi! Quindi non ho avuto “trattamenti speciali”. Il video, anche se di modesta qualità mostra comunque ottimo servizio proposto e la cura dei particolari, oltre al motoscafo davvero nuovo e comodo.

 

Venite a trovarci in agenzia a KATA BEACH che vi spiego come organizzare al meglio questo tour nell'ultima "frontiera".

Contatti clicca qui

Ci trovi anche su facebook social network FACEBOOK