Perchè vivere qui?

Perchè vivere qui?

Riflessioni:

Penso che tutti almeno una volta nella vita abbiano sognato di scappare, di andarsene a vivere al caldo sole tropicale tra spiagge bianche e palme... Quel sogno per me è diventato una realtà, ma non bisogna limitare il tutto a clima e mare! Vivere in questa terra vuol dire trovare un compromesso tra la nostra cultura e quella Thai. A volte non è semplice confrontarsi con una realtà di vita tanto diversa dalla nostra, mia moglie mi aiuta molto in questo, ma serve coraggio e molta pazienza... Molti mi chiedono consigli per cominciare una nuova vita in Thai, magari lavorando, sposandosi, ecc. A questi voglio solamente dire che anche la più bella delle rose ha le sue spine, e qui in Thai per gli stranieri sono tante! Da turista è OK, ma per viverci tutto cambia, molte regole da rispettare, sopratutto per il visto di soggiorno! Esistono due soluzioni per poter vivere stabilmente in Thailandia pur con moltissime limitazioni: Sposandosi, oppure da pensionati con più di 50anni. Versando poi su un conto Thai 16000-20000€ (Dipende dal cambio, questi soldi devono rimanere fermi in banca a titolo di garanzia, ogni anno se è tutto ok è rilasciato il visto) per i pensionati, gli sposati devono dimostrare depositare 400.000THB su un conto. In Alternativa gli over 50 devono versare la loro pensione erogata mensilmente di almeno 1300-1600€ su un conto corrente Thai. (questa è una spiegazione sintetica ma la procedura per la richiesta del visto è molto lunga e complicata, vi rimando al sito ufficiale) In Thailandia lo straniero non ha nessun diritto, deve pagarsi tutto dagli ospedali ai più comuni servizi. Non può ottenere nessun diritto Thai nemmeno la cittadinanza dopo anni! (solo gli sposati e gli over 50 dopo 3 anni di rinnovo consecutivo del visto tipo -O- possono richiedere quello per la residenza permanente) Per aprire attività, lavorare, comprare case e terreni le regole sono ancor più complicate, servono molti soldi e ottimi avvocati per non rimanere fregati! In rete troverete siti in Italiano con spiegazioni ed agenzie di intermediazione dedicate al lavoro in Thailandia, compra-vendita immobili. L'attuale situazione economica Italiana ha creato una sorta di "sogno comune" mollo tutto e scappo, ma credo sia inutile illudere le persone che la soluzione si trovi in Thailandia, magari con la pensione minima o con miseri investimenti! Con queste poche righe non intendo scoraggiare nessuno, solo invitare chi legge a riflettere e sopratutto ad informarsi sulle regole e leggi presenti in Thailandia. Provate a fare ricerche nel Web, leggete forum, contattate persone che hanno avuto precedenti esperienze, unite il tutto e poi partite per un viaggio di "esplorazione". Fatto questo avrete un vostro "bagaglio di esperienze personali" perchè è inutile chiedersi a priori posso vivere in Thailand con la pensione minima 600€? Posso aprire un'attività con 30000€ e campare per il resto della mia vita? Non "fossilizzatevi" sulla sola questione economica, è sbagliatissimo... L'oriente per leggi, costumi, società è molto diverso dall'occidente, bisogna sapersi adeguare ed avere qualcuno fidato che vi aiuti ad inserirvi, che vi spieghi le regole, che in caso di bisogno vi stia vicino.

Costi e procedure Long Stay: Ente Turismo Thailandese con tutte le spiegazioni per ottenere il visto

Consiglio personale:

A tutti quelli che hanno visto Phuket e la Thailandia in vacanza voglio solamente dire:

In ferie è tutto un sogno, tutto perfetto, come quando si è fidanzati e sembra amore eterno! Appena sposati cambia tutto, magari dopo pochi mesi arriva il divorzio... Vivere in Thailandia non è come venirci in vacanza 15 giorni, sopratutto per i maschietti che trovano nelle grazie delle donne Thai il fascino dell'oriente ed accecati dalla passione vogliono coronare improbabili sogni d'amore. (Informatevi sulle procedure per un matrimonio con un cittadino Thai, io per esperienza personale vi assicuro è una procedura burocratica molto lunga e sopratutto costosa) Ai pensionati ricordo che gli ospedali (Phuket) sono ottimi ma costosissimi, se avete patologie che vi obbligano a cure particolari informatevi per tempo perchè qui non vi assicurano ed in caso di problemi pagate di tasca vostra! (Qui niente Mutua, io rimpiango quella Italiana!) Per chi vuole lavorare od aprire attività è indispensabile una perfetta conoscenza scritta della lingua inglese (i documenti ufficiali sono validi solo in lingua inglese oppure Thai) Un sostanzioso conto in banca, ma sopratutto TANTA, TANTA voglia di LAVORARE!! A Phuket con il solito ristorante-Bar è molto difficile "campare" troppa concorrenza, per la gestione di Hotel ecc.. sparano cifre da capogiro.

Mia personale opinione, conclusioni:

Leggendo attentamente le leggi che regolamentano i visti per l'ingresso in Thailand si arriva presto ad una conclusione: Turista si, residente no! Provate a controllare ditettamente al sito: (http://www.mfa.go.th) Per il turista il visto di 30 giorni è gratuito, le due sole categorie di possibili residenti sono i pensionati, oppure gli sposati che dimostrino un reddito di almeno 40000THB al mese (5 volte tanto la media della famiglia THAI). Investire e lavorare è diventato difficile, i motivi sono: Tasse che per gli stranieri sono tante (Addirittura lo straniero necessita di un WORK PERMIT, cioè deve pagare prima di lavorare), burocrazia complessa, campi lavorativi limitati (praticamente quasi tutti i lavori sono vietati), difficoltà d'integrazione, fregature! (questa ultima voce è quella più frequente). Basta controllare su internet gli esercizi in vendita sono centinaia (sempre e solo gestione di ristoranti, hotel, bar, i pochi possibili riservati allo straniero), se una cosa funziona perchè venderla? Poi ormai le cifre per aprire un'attività qui sono arrivate a livelli altissimi, se qualcuno dispone di tanto denaro si compra casa in Italia! In Thailandia il turismo è la fonte maggiore di guadagno, il turista porta denaro e lo spende volentieri, usa tutti i servizi ristoranti, hotel, spende nei negozi, ecc... I residenti (per esperienza personale) tendono a fare economia su tutto, guardano i centesimi! Inutile nascondere che i Thai sono molto nazionalistici e vedono nello straniero residente quasi un "invasore", mentre il turista è più simpaticamente un "Bancomat con le Gambe" dove sfilare denaro facilmente.

Leggi con attenzione!

Sono sempre disponibile a chiarire tramite mail ogni informazione che troverete nel mio sito, ma cortesemente chiedo a tutti di leggere con attenzione:

Mollo tutto e scappo a vivere in Thailand, apro il bar oppure il ristorante, permesso di lavoro, ecc... sono cose molto complicate dal punto di vista legale e pratico, i sogni sono una cosa la vita reale un'altra... Leggete ed informatevi da persone preparate nel "campo", io al limite posso darvi solo qualche consiglio ma niente più.

In sintesi i cambiamenti avvenuti negli ultimi tempi per gli stranieri in Thailand, fonte:

http://www.thaivisa.com/

Dal 1° ottobre 2006 non è più possibile usufruire dei Visa Run per rimanere in Thailandia a tempo indeterminato. Secondo le nuove regole dopo la terza uscita consecutiva per un totale di 90giorni sarà obbligatorio lasciare il regno per ulteriori 90giorni.

Regole più severe sulla compra/vendita immobiliare, controlli sulle garanzie dei prestanomi Thai! Questi dovranno dimostrare di avere requisti economici idonei per formare le società.

Inasprimento delle regole e dei controlli sul rilascio dei permessi di lavoro!

Stop ai visti per investimento! Prima era possibile depositare "solo" 3milioni di Bath su un conto Thai per ottenere un visto annuale rinnovabile... Anche dichiarando di utilizzare tale somma per acquisto di unità condominiali oppure di titoli governativi non è più possibile ottenere alcun visto!

Aumento della multa per overstay da 200TBH a 500TBH giornalieri. Per un solo giorno di overstay non si paga nulla, si parte dal secondo con 1000TBH. Black list dopo 3 mesi di overstay con aumento graduale del divieto di entrare in Thialandia anche per 10 anni.

Per chi "accumula" oltre 6 overstay consecutivi sul passaporto sarà vietato 'ingresso in Thailandia.

Anche per i pensionati cambiano le regole! In pochi anni si è passati da 200000TBH a 800000TBH di deposito, inoltre tale somma deve rimanere FERMA in banca almeno 3mesi prima del rilascio del visto annuale! In alternativa il pensionato deve dimostrare di percepire una somma di 65000TBH mensili erogati da un ente statale del paese di origine.

Clicca Nuova regolametazione visto turistico

Non possiamo aiutarvi per:

Informazioni su lavoro in Thailandia, vivere e trasferirsi in Thailandia, permessi di lavoro, business di qualsiasi tipo!

Richieste di conoscenza ragazze scopo amicizia, matrimonio, compagnia, ecc... Info su locali notturni legati ad ogni tipo di prostituzione, sesso a pagamento, ecc...

Compra-Vendita-Affitto case, Terreni, attività, ecc...

Acquisto e spedizione di articoli dalla Thailandia di qualsiasi genere...

Chiediamo gentilmente di non essere contattati per richieste quattro punti sopra citati, per ogni altra informazione non esitate a scriverci, sarà nostra premura rispondervi quanto prima.

Per capire il Mondo Thai leggi il Blog Amicidiphuket. Aggiornato sempre con informazioni e notizie locali, ma anche ottimo strumento di divulgazione cultura Thailandese.

Phuket-Thailandia non vuole essere il solito sito “crea illusioni”, ma un mezzo costruttivo e didattico per conoscere la realtà lavorativa in Thailandia.

Tabella inizialeTabella iniziale